Le perle naturali…forse non tutti sanno che…

22 set 2016

In:News

Condividi su

Forse non tutti sanno che esistono perle naturali prodotte da molluschi rarissimi, che hanno una colorazione e un aspetto molto diverso dalle perle che siamo abituati a vedere.
Oggi la quasi totalità delle perle in commercio, quelle che vediamo nelle vetrine o indosso ad un amica, sono perle coltivate cioè prodotte da un mollusco grazie però all’intervento dell’uomo. A seconda poi del tipo di mollusco, possiamo avere le classiche distinzioni tra perle di acqua dolce, di mare, Australiane e perle grigie di Tahiti. Così quando oggi si parla di perle naturali (cioè formatesi nel mollusco casualmente, in risposta all’intrusione di corpo estraneo) si pensa a quelle che si possono ammirare nei musei o nelle aste di gioielli antichi.
Esistono poi diversi tipi di perle rarissime e poco conosciute ma sempre prodotte da molluschi ancora oggi non innestati dall’uomo come le perle melo melo, e le perle conch.
In entrambi i casi si tratta di concrezioni calcaree prodotte in risposta all’intrusione di un agente irritante all’interno di un mollusco; siamo quindi di fronte a delle gemme naturali uniche e straordinarie.

perle Melo Melo

Le Melo Melo sono prodotte da una lumaca gigante (la Melo Melo Zebrata appunto) che vive nelle acque della Cina. Sono generalmente di dimensioni medio grandi, possono misuare da 8 a 40 mm, e hanno forme da ovali a rotonde. I colori delle perle Melo Melo vanno da marrone scuro ad arancione che rappresenta la colorazione più ricercata. Come succede  per le perle Conch, il colore di queste perle tende a sbiadire nel tempo.

perle Conch

Le perle Conch sono prodotte dal mollusco Strombus Gigas che vive nel mar dei Caraibi. Sono principalmente piccole e di forma ovale barocca e generalmente, sono di colore rosa, giallo, marrone o bianche. La colorazione più ricercata è quella salmone o rosa-arancione.Una caratteristica principale del colore delle perle di Conch è la struttura a fiamma nel colore, una sorta di intensa luminescenza che corre sulla loro superficie e che le rende uniche.Nonostante i numerosi tentativi compiuti, ad oggi non è stato possibile coltivare questo tipo di perle; se dovesse quindi capitarvi di vedere un gioiello di questo tipo potete essere certi di essere di fronte ad una rarità gemmologica!